Concetto di criptovaluta matematica

Una criptovaluta, per essere considerata tale, deve soddisfare almeno le seguenti condizioni:

Criptovalute, come Bitcoin, Ethereum o altri minori, hanno tutte le caratteristiche sopra menzionate. In particolare, i loro algoritmi di generazione si basano sulla capacità computazionale competitiva degli attori che detengono informazioni sulla moneta stessa (i cosiddetti “minatori”).

Smart contract

Uno Smart Contract è un’applicazione installata su tutti i computer dei minatori, è inattiva ma può essere invocata e invocata se si conosce il suo indirizzo. Se si verificano condizioni specifiche previste dall’applicazione, lo Smart Contract sarà in grado di eseguire determinate azioni automaticamente e autonomamente, senza subire alterazioni esterne. Questo lo rende un efficace sistema di disintermediazione, come se opportunamente programmato, uno Smart Contract può eseguire un’azione solo se c’è una specifica transazione commerciale.

Valore criptovaluta certificato

Questo documento descrive il meccanismo da implementare per ottenere una criptovaluta generata attraverso uno Smart Contract e non attraverso una competizione algoritmica, preservando le caratteristiche di base di una criptovaluta.

Valore di scambio

La criptovaluta basata su uno Smart Contract deve, per supportare il suo valore, un importo equivalente in un’altra valuta denominata “moneta principale”, utilizza uno o più conti di supporto denominati in moneta principale e uno Smart Contract per garantire la generazione e la gestione della cripto-moneta. In particolare, le automazioni devono esistere in modo che per ogni valore depositato nel conto della moneta principale, lo Smart Contract generi e trasferisca la proprietà di questo valore in criptovaluta all’attore che ha eseguito il trasferimento sull’account principale. Analogamente devono esserci automazioni in modo che la crypto-moneta creata possa essere riconvertita per padroneggiare la moneta. In questo caso, la proprietà della cripto-moneta deve essere trasferita allo Smart Contract che distrugge il valore crittografico e richiede un trasferimento della moneta principale su un conto indicato dal soggetto che ha richiesto l’operazione.

Banca di supporto per Smart Contract

Le caratteristiche che una banca deve avere per supportare la generazione di monete tramite Smart Contract sono: Preparare uno o più conti correnti legali (Euro, Dollaro, ecc.) Avere una tecnologia in grado di notificare tutti gli eventi relativi al trasferimento del denaro per gli account di cui sopra, utilizzando protocolli standard come le REST o l’invio di notifiche push. Per fornire una tecnologia che trasferisce denaro Server2Server – senza l’intervento umano.

Ciclo operativo attivo: trasformazione della moneta principale in moneta crittografica

Il soggetto che è interessato a convertire una valuta determinata e accettata in crittografia, deve trasferire denaro a uno dei suddetti account. L’architettura IT bancaria deve essere in grado di propagare questo evento, insieme ai dettagli del pagamento, a una destinazione predeterminata e certificata (Smart Contract Interface) che genera istantaneamente e trasferisce l’importo ai mittenti del pagamento.

Ciclo di funzionamento passivo: trasformazione della moneta crittografica in moneta principale.

Il soggetto che è interessato a convertire il suo valore di proprietà in crypto-coin in una valuta determinata ed accettata, dovrà trasferire la sua proprietà allo Smart Contract che distruggerà il valore e fornirà un trasferimento di denaro equivalente a uno degli account disponibili per l’account indicato dal soggetto iniziante. Questa disposizione deve essere Server2Server e deve essere stata approvata senza intervento umano. subject who is interested in converting its value owned in crypto-coin to a determined and accepted currency, it will have to transfer its ownership to the Smart Contract that will destroy the value and will provide a money transfer equivalent to one of accounts available to the account indicated by the initiating subject.This provision must be Server2Server and must have been approved without human intervention.

Luca Vignali – CSO