Negli ultimi anni il mondo della Fintech ha subito grandi cambiamenti così da diventare un attore credibile nello scambio di valore e investimenti di grandi volumi economici. Nuove “valute” come Bitcoin hanno guadagnato sempre più credibilità, fino ad acquisire un ruolo effettivo nella finanza globale. Questa improvvisa evoluzione poggia le sue fondamenta su due solidi pilastri: il primo è l’effettiva necessità di uno strumento dinamico e di valori di scambio sicuri che possano facilmente trasformarsi in valuta locale; il secondo pilastro è tecnologico, anche se al momento sta già superando questa definizione, diventando sempre più un nuovo paradigma di gestione dei flussi. Stiamo parlando di ciò che viene comunemente chiamato “Catena di blocchi” o Blockchain. L’idea di base è brillante: rendere un processo visibile e tracciabile da parte di tutti i partecipanti alla rete così da rendere possibile la comparazione dei dati da parte di tutti. Infine nelle transazioni, non vi è più bisogno di intermediari con ruolo di certificatore o garante, non è più necessario delegare una banca, attendere la burocrazia legata alla solvibilità o ai controlli dei soggetti e non è più necessario sopportare quel rischio che – anche se variabile a seconda dei casi – è sempre presente per gli scambi di valuta con soggetti sconosciuti.

Pierpaolo Foderà – CEO